Dealer Day 2018 Autotorino premiata per “NOPApaer”

Togliere la carta nella contrattualistica auto non è più una chimera.
Con il progetto “Autotorino NOPaper” il Gruppo dealer valtellinese – ora  diffuso in gran parte del nord Italia –  si è aggiudicato il Premio per ’Innovazione Gestionale 2018. L’annuncio e la premiazione sono avvenuti mercoledì 16 maggio a Verona, nell’ambito dell’Automotive Dealer Day, evento di riferimento in Europa per gli operatori della distribuzione
automobilistica.   

Evoluzione continua

“Autotorino NOPaper” rappresenta una tappa importante di un percorso digital in continua evoluzione, dedicato all’efficienza organizzativa e gestionale rivolta al Cliente. E’ la terza volta che Autotorino ottiene il  “Premio per l’Innovazione Gestionale”. La prima volta nel 2009, quindi nel 2013 ed infine nel 2018.

Riconoscimento di qualità

Basilio Natoli – Autotorino – Premio Innovazione Gestionale 2018

Il Premio è stato pensato ed istituito nel 2006 dagli esperti di Quintegia, per individuare il dealer che ogni anno si distingue nell’innovare la gestione della propria azienda, sviluppando adattamenti o cambiamenti radicali della struttura organizzativa, nei modelli di business, negli strumenti di analisi e nella gestione strategica dei processi.

Il progetto “NOPaper” interviene fornendo nuove, più snelle e più sicure modalità operative che si traducono in un miglior servizio al cliente, aumentando la sicurezza dei documenti sia in termini di validità che di conservazione. Inoltre, propone soluzioni innovative, sicure e veloci come la firma grafometrica e consente un accesso immediato, rapido ed autonomo ai documenti archiviati. Infine, migliora la relazione con l’ambiente riducendo l’utilizzo di carta, di toner e di energia elettrica.

Staff al completo

Plinio Vanini – Presidente Autotorino

A ritirare il premio, era presente il presidente Plinio Vanini, il consigliere delegato Stefano Martinalli e Mattia Vanini, accompagnati dal Team Innovazione e Nuovi sviluppi: Simone Mazzoleni, Basilio Natoli, Riccardo De Munari e Gian Maria Rizzalli. 

Questo il commento di Plinio Vanini: “Questo premio è frutto del lavoro di squadra che ha messo in gioco intelligenza, volontà e capacità di tante persone di Autotorino. Ringrazio tutti perché dimostrano come l’attenzione ai dettagli del nostro lavoro possa fare nascere innovazioni a servizio dell’operatività dei nostri collaboratori, finalizzate sempre alla soddisfazione del cliente”.

Stefano Martinalli DG Autotorino

Stefano Martinalli ha aggiunto: “Per rimanere sul mercato in modo competitivo è necessario saper interpretare il bisogno di cambiamento e innovazione che ci viene chiesto ogni giorno. Il progetto “NOpaper” coniuga una efficiente qualità del lavoro con un migliore e più qualificato servizio al cliente”.

Autotorino oggi

Con 36 filiali e oltre 1000 collaboratori, il Gruppo Autotorino è il primo dealer auto in Italia per dimensioni e fatturato. Nel novembre 2017, la IDCP 2017 Guide to Europe’s Biggest Dealer Groups inserisce il Gruppo nel novero dei 50 maggiori Dealer europei, prima realtà Italiana a raggiungere questo risultato. Ad Aprile 2018 Assolombarda, Università Luiss e CERVED assegnano ad Autotorino il Premio Industria Felix, tra le aziende lombarde più performanti. Oggi rappresenta 17 Marchi, opera attraverso una rete di concessionarie ufficiali che si articola su 13 Province in tre Regioni. Nel vasto panorama dei concessionari d’auto, Autotorino si distingue per la scelta di dedicarsi totalmente alle vendite a clienti finali, senza intermediazione alcuna, per fornire un’esperienza d’acquisto di alto profilo. Nel 2017 Autotorino ha fatturato 800 milioni di Euro con un utile netto pari al 2,15%, impiegato 1.056 persone, venduto oltre 39.000 auto, investito 850 mila Euro in formazione e 1,25 milioni di Euro in ricerca e sviluppo di nuovi processi La prima rivendita di Autotorino fu fondata nel 1965 a Morbegno (SO) da Arrigo Vanini, padre dell’attuale presidente Plinio Vanini. Quella piccola realtà familiare si specializzò nella vendita di vetture a privati, acquistate a Torino da intermediari locali. Da qui, appunto, il nome Autotorino. In Valtellina ancor oggi ha sede il centro Direzionale di tutto il Gruppo. Alla fine degli anni 90 venne fatta la scelta di svilupparsi nel mondo dei concessionari d’auto con nuove aperture nei territori limitrofi di Lecco, Como e Bergamo. A questi sono seguiti negli ultimi 7/8 anni gli sviluppi nel resto della Lombardia, in Emilia e in Piemonte.